Santa Martire, Santa Chiara

Santa Martire, Santa Chiara

Alvise Vivarini

Autore
Alvise Vivarini
Murano, 1442/1443 - morto tra il 1504 ed il novembre 1505
Titolo
Santa Martire, Santa Chiara
Catalogo
593 A, 593 B
Datazione
1485 circa
Supporto
Tavola, cm 144 x 38
Provenienza
Acquisizione 1828, dalla chiesa di Santa Chiara in seguito alle soppressioni napoleoniche (la Santa Martire è trasferita a Vienna dal 1838 al 1919 e conservata presso l’Akademie der Künste.
Sala
Sala XXIII

Le due tavole raffiguranti una ancora non identificata santa martire e santa Chiara, datate al 1485 circa, sono ricordate dal Boschini (1664) ai lati di un altarino sotto il coro delle monache nella chiesa di San Daniele a Murano, inizialmente officiata da monache benedettine, successivamente dal 1437 dall’ordine delle agostiniane per opera di Chiara Ogniben Sustan, prima abadessa della nuova comunità. La precisa caratterizzazione psicologica dell’espressione del volto della santa omonima ha fatto supporre che possa trattarsi di un ritratto o di un’opera in suo onore; l’intensità dello sguardo è accentuata anche dal contrasto tra il bianco che incornicia il viso e il nero della veste. Le figure, spoglie di qualsiasi elemento decorativo eccetto degli attributi del martirio, esprimono austerità morale e spirituale.