Laboratori di restauro e scientifico

I Laboratori di restauro e diagnostica, attualmente afferenti alle Gallerie dell’Accademia, sorsero per far fronte alle problematiche conservative emerse in seguito all’alluvione del 4 novembre 1966, per volontà del Soprintendente Francesco Valcanover e grazie al sostegno di numerose Fondazioni e Comitati Privati italiani e stranieri per la Salvaguardia di Venezia. Inizialmente collocati nella chiesa di San Gregorio (Laboratorio di restauro) e nell’edificio adiacente (Gabinetto di documentazione e Laboratorio Scientifico), vennero progressivamente trasferiti nell’attuale sede della Misericordia a partire dal 1982. Furono in seguito allestiti quattro laboratori di restauro per le diverse tipologie di manufatti (dipinti su tela e tavola, materiali cartacei, manufatti metallici e materiali lapidei), resi operativi tra il 1992 e il 2001. Nel grande salone al primo piano vengono effettuati i restauri delle grandi tele.

I Laboratori di restauro, grazie ad un’attività pluridecennale svolta sulle opere dei musei statali veneziani, dei beni ecclesiastici e del territorio veneto, si sono distinti come centro d’eccellenza per la conservazione e la ricerca. Sia preliminarmente che durante le diverse fasi di restauro i restauratori si avvalgono delle competenze offerte dal Laboratorio Scientifico. La compresenza di queste realtà professionali permette un proficuo scambio di conoscenze fra esperti di differenti professionalità (storici dell’arte, restauratori, chimici e biologi), a vantaggio di una corretta conduzione degli interventi conservativi. Le indagini svolte nel Laboratorio Scientifico sono indirizzate allo studio dello stato di conservazione e delle alterazioni dei diversi manufatti, all'identificazione dei materiali pittorici e delle tecniche esecutive mediante analisi non invasive (riflettografia IR, fluorescenza X portatile) e microinvasive su sezioni stratigrafiche e altre tipologie di microcampioni (microscopia ottica, microscopia elettronica con microanalisi, spettrometria FT-IR).  La diagnostica rappresenta un supporto fondamentale per la scelta e la messa a punto di metodologie di intervento selettive e rispettose dei manufatti.

Grazie a questa costante attività di ricerca il complesso Gallerie-Misericordia ha instaurato negli anni un significativo rapporto con la città di Venezia e con il territorio, grazie alle relazioni con le università (dagli stage ai progetti di ricerca) e con varie istituzioni e fondazioni culturali, tra cui i Musei Civici e i già citati Comitati Privati per la Salvaguardia di Venezia.

Per maggior informazioni, visita anche la pagina "Scuola Vecchia della Misericordia"

IL MUSEO APRE IL 28 APRILE 2021

 

ORARI DI APERTURA

 

LUNEDÌ:

8.15-14.00

IL LUNEDÌ LA VENDITA DEI BIGLIETTI TERMINA ALLE ORE 13.00

 

DA MARTEDÌ A DOMENICA:

8.15-19.15

LA VENDITA DEI BIGLIETTI TERMINA ALLE ORE 18.15

 

SABATO E DOMENICA È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE, ALMENO UN GIORNO PRIMA

 

INFO